Ti trovi qui: Home > Vaccinazioni e malattie > gatti  
 
 
Home
Chi Siamo
Convenzioni
Centro Informativo
Forum
Invia File
Vaccinazioni e malattie
News
Sostienici
Shop
Mercatini
Dicono di noi
Link
 
Lex
Disclaimer
Contatti
 

 

 

Gatto

 Quando si adotta, un gattino di circa 2 mesi potrebbe aver già ricevuto la prima vaccinazione. Alla sua età non è ancora ben protetto da molte malattie infettive e non lo sarà finchè non avrà terminato il ciclo completo delle vaccinazioni. Perciò sarà bene non lasciarlo vagabondare in luoghi dove ci siano altri gatti di cui non si conosce lo stato vaccinale. Per tutelare la sua salute sarà necessario continuare la somministrazione dei vaccini per tutta la vita. 

Perchè dobbiamo vaccinare il nostro gatto?

 La vaccinazione stimola le difese dell'organismo contro alcune malattie specifiche. La difesa immunitaria è sostenuta dagli anticorpi. I gattini sono  protetti contro molte malattie infettive grazie agli anticorpi contenuti in quella parte di latte materno che ricevono nelle prime ore di vita chiamato il colostro. La protezione di origine materna inizia a mancare verso la settima settimana d’età. Per questo motivo è  consigliabile iniziare le vaccinazioni intorno alle otto settimane, con una seconda vaccinazione di richiamo intorno alle 12 settimane d’età.

 Perché è necessario ripetere le vaccinazioni?

 Per mantenere una protezione costante dalle malattie infettive sono necessari richiami regolari delle vaccinazioni. Dopo la vaccinazione di richiamo, il livello di immunità raggiunge il suo massimo che diminuisce lentamente col passare del tempo. Per questo motivo è necessario continuare a fare richiami regolari (generalmente annuali). I richiami servono a stimolare le difese immunitarie e proteggerlo da malattie che, altrimenti, potrebbe contrarre. Ricordiamo che alcune malattie sono estremamente gravi e possono portare il gatto alla morte.

Il veterinario sceglierà i vaccini adatti al tipo di vita di ciascun animale. Come per i bambini, molte vaccinazioni devono essere effettuate attraverso una serie di iniezioni successive.
 

Contro cosa possiamo vaccinarlo?

 Le principali malattie per le quali è consigliabile vaccinare un gatto possono essere: malattie respiratorie, gastroenterite virale e leucemia felina. Si può vaccinare anche contro la Chlamidia, comune agente di congiuntivite.

La vaccinazione contro la rabbia è obbligatoria solo in condizioni particolari e per portare l’animale all’estero, ma può comunque essere consigliata dal veterinario. 

Malattie respiratorie feline 

Esistono due forme di malattie respiratorie. Una causata da Herpesvirus e l'altra da Calicivirus. I sintomi possono essere costituti da tosse, starnuti, febbre, perdita dell’appetito, scolo nasale e oculare e variano in base al virus. Nel caso del Calicivirus, un'ulteriore sintomo può essere ulcere linguali.

Un gatto guarito da queste malattie può diventare un portatore asintomatico ma trasmetterle ad altri gatti. Quindi può rappresentare un serio problema quando vive a contatto con altri animali della sua specie. Per questo motivo deve essere vaccinato prima di essere introdotto in una famiglia in cui vivano altri gatti

Gastroenterite felina 

La panleucopenia infettiva felina o gastroenterite felina, è una delle malattie infettive più pericolose per il gatto ed il gattino. La morte può essere così improvvisa da non lasciare il tempo alla malattia di manifestarne i sintomi che sono rappresentati da vomito, forti dolori addominali e rapida disidratazione.

Spesso questi sintomi sono così rapidi da indurre il proprietario a sospettare un avvelenamento.

 Leucemia felina (FeLV) 

Il virus della leucemia felina  si trasmette principalmente attraverso il contatto con un gatto infetto, soprattutto mediante la saliva, il sangue e l'urina. 
La trasmissione non richiede un contatto diretto perchè il virus può restare attivo nell'ambiente anche per 1 mese se protetto da materiale organico. Buoni veicoli di contagio possono essere anche ciotole, cucce o altro materiale infetto. Sul virus agiscono gran parte dei blandi disinfettanti compresa la candeggina.

Il rischio di infezione aumenta nel caso in cui più gatti convivano nello stesso ambiente.

I gatti giovani sono più sensibili, ma il virus della FeLV può colpire i gatti di qualsiasi età, razza e sesso.

 Chlamidiosi 

È una malattia oculare. Si può presentare come una congiuntivite, con uno scolo oculare inizialmente chiaro che però può  diventare mucopurulento. Inoltre possono comparire febbre, tosse e starnuti. Spesso la chlamidiosi è associata a forme respiratorie virali sostenute da Herpesvirus e Calicivirus.

L’infezione avviene per contatto diretto tra gatti o tramite le secrezioni congiuntivali e nasali. La vaccinazione è consigliata soprattutto per i gatti che vivono in collettività o che hanno contatti frequenti con altri gatti.

 

 
 

 

animali, cani, gatti, randagio, ilrandagio, maltrattamenti, kappa, computer, kappacomputer,  khw, khwcomputer,  email, mail, www.khwcomputer.it www.kappacomputer.it